Migliori-prodotti.it
Guida all'acquisto dei migliori prodotti per la casa e l'ufficio
IN COLLABORAZIONE con Amazon

By Eva

Eva

Migliori filtri per acquario

Ultimo aggiornamento: Agosto 2016

Conoscere quali sono i migliori filtri per acquario è molto interessante per tutti gli appassionati di acquariologia, sia per chi vanta una grande esperienza in questo settore, sia per chi non ha conoscenze specifiche e intende allestire un acquario funzionale e che possa assicurare delle condizioni ottimali ai pesci e alle piante acquatiche.

Il filtro è un elemento fondamentale in un acquario: questo dispositivo infatti mette in circolazione l’acqua facendola passare tramite i propri materiali filtranti, in questo modo dunque viene continuamente depurata dai residui organici che vengono inevitabilmente a formarsi.

Abbiamo analizzato molte recensioni relative ai filtri per acquario e ci siamo confrontati con alcuni esperti del settore per potervi indicare quelli che riteniamo essere i migliori, considerando con attenzione anche il loro prezzo.

Miglior filtro per acquario in assoluto

Askoll Pratiko 300 New Generation

filtro per acquario Askoll Pratiko 300 New GenerationAskoll Pratiko 300 New Generation è un modello di ultima generazione ideato da Askoll, uno dei marchi leader nel mondo dell’acquariologia.

Askoll Pratiko 300 New Generation è un filtro molto potente, rivelandosi adatto per acquari fino a ben 300 litri, ed è progettato in modo da rendere estremamente semplici le periodiche operazioni di pulizia.

Questo modello scongiura in modo totale qualsiasi rischio di perdite d’acqua, inoltre offre un effetto filtrante davvero impeccabile: Askoll Pratiko 300 New Generation associa infatti 3 diverse azioni, ovvero un’azione meccanica, in cui 4 diverse spugne riescono a catturare tutti i residui di sporco più voluminosi, un’azione biologica, eseguita da comparto contenente cannolicchi Puremax, e un’azione adsorbente, la quale annienta i componenti inquinanti e le altre impurità dell’acqua riducendo anche i cattivi odori.

I consumatori, i quali già apprezzavano in modo particolare Askoll Pratiko 300, hanno sottolineato con grande positività le ulteriori migliorie apportate da Askoll e l’indiscussa efficacia di questo filtro.

Il prezzo, in rapporto alla qualità e soprattutto alla potenza di questo filtro, non è affatto eccessivo.

Ci piace perché:

  • Grande potenza, ideale per acquari fino a 300 litri
  • Filtraggio molto efficace
  • Semplice da pulire
  • Assolutamente silenzioso

Non ci entusiasma perché:

  • Nulla di rilevante
AmazonGuarda il prezzo

Migliori filtri per acquario rapporto qualità-prezzo

Hydor Prime 10

filtro per acquario Hydor Prime 10Hydor Prime 10 è un filtro dalla potenza notevole, avendo una portata di 580 litri/h , ed è ideale per acquari dalla grandezza massima di 150 litri.

Come tutti i migliori filtri, Hydor Prime 10 esegue la sua azione filtrante in più stadi, ovvero biologico, chimico e meccanico, e vanta molti particolari che ne accentuano la qualità e l’efficienza, come ad esempio la chiusura di sicurezza e il manico di trasporto.

Il prezzo è sicuramente un grande punto di forza di questo filtro, anche in considerazione della sua notevole potenza, inoltre molti consumatori hanno sottolineato positivamente la sua grande silenziosità

Ci piace perché:

  • Notevole potenza, ideale per acquari fino a 150 litri
  • Tripla azione filtrante biologica, chimica e meccanica
  • Ricco di interessanti dettagli tecnici
  • Grande silenziosità

Non ci entusiasma perché:

  • Nulla di rilevante
AmazonGuarda il prezzo

Eden 511

filtro per acquario Eden 511Eden 511 è un filtro dalla buona potenza, avendo una portata pompa ed essendo ideale per acquari di dimensioni massime di 120 litri.

Il prodotto è fornito già completo di tutti i materiali filtranti, suddivisi in tre diversi scomparti che garantiscono un filtraggio impeccabile sia dal punto di vista biologico che meccanico.

I consumatori che hanno già acquistato questo filtro per acquari ne hanno apprezzato la convenienza, la praticità, il peso piuttosto leggero, e anche vari dettagli tecnici, come ad esempio le ventose, utili per applicare efficacemente i suoi tubicini ai vetri dell’acquario, e il vano riscaldatore integrato.

Ci piace perché:

  • Buona potenza, adatto ad acquari di grandezza massima di 120 litri
  • Tre vani filtranti, completi di tutti i materiali
  • Silenzioso e performante

Non ci entusiasma perché:

  • Non può essere collocato a grande distanza dall’acquario
AmazonGuarda il prezzo

Miglior filtro per acquari economico

Eden 501

filtro per acquario Eden 501Eden 501 è un filtro di buona qualità, e grazie al suo prezzo davvero molto conveniente merita senza dubbio di essere considerato il miglior filtro per acquari economico.

A fronte di una spesa minima, infatti, Eden 501 assicura una buona potenza, per quanto ridotta rispetto ai modelli elencati in precedenza: l’utilizzo di un filtro come Eden 501 è consigliato esclusivamente per gli acquari dalla dimensione massima di 60 litri.

Il suo interno è suddiviso in due vani, uno in cui sono presenti i classici cannolicchi, l’altro riempito con una spugna filtrante.

Semplice e pratico nell’installazione, è fornito già completo di tutto.

Ci piace perché:

  • Prezzo molto conveniente
  • Semplice da installare e già completo di materiali filtranti

Non ci entusiasma perché:

  • Potenza di livelli non massimi, dunque il filtro è installabile solo in acquari dalla capienza massima di 60 litri
  • A differenza dei filtri di alta qualità questo modello non ha tre vani filtranti, ma soltanto due
AmazonGuarda il prezzo

I filtri, indispensabili per allestire un acquario

I filtri, come si accennava nell’introduzione, sono indispensabili per l’allestimento di un acquario, dunque se si vuol allestire una vasca funzionale e soprattutto che possa consentire di vivere ai pesci e alle piante ospitate, non si può assolutamente prescindere dalla presenza di un buon filtro.

Ci sono sicuramente molti altri accessori per acquario che devono essere considerati importantissimi, come ad esempio il termostato, necessario in tutti i casi con la sola esclusione degli acquari dedicati ai pesci d’acqua fredda, come ad esempio i classici pesci rossi e le carpe koi, e gli impianti di illuminazione, fondamentali nel caso in cui nell’acquario siano presenti delle piante vere, ma il filtro è appunto l’unico e solo elemento che deve essere tassativamente presente in qualsiasi acquario.

Che cos’è un filtro per acquari

Il filtro per acquari è un dispositivo che ha una finalità importantissima, ovvero quella di depurare l’acqua contenuta nella vasca.

Il filtro riesce dunque a incanalare l’acqua presente nell’acquario nei suoi vani interni grazie ad apposite pompe, e forzandone il passaggio attraverso degli appositi scomparti filtranti la reimmette in circolo perfettamente pulita.

In assenza di un filtro un acquario sarebbe inesorabilmente destinato a “fallire”: i residui organici prodotti dai pesci e tutte le altre impurità renderebbero l’acqua putrida e insalubre nel giro di pochi giorni, dunque i pesci andrebbero incontro ad una vera e propria agonia.

Per scongiurare tale evenienza si dovrebbe procedere al cambio dell’acqua in modo pressoché quotidiano, ma questa soluzione è pessima per molteplici ragioni: il semplice cambio dell’acqua, anzitutto, non assicura la medesima ossigenazione di un filtro, cambiare l’acqua in modo continuativo significa sottoporre i pesci a un forte stress, senza dimenticare che quando si effettua un cambio d’acqua totale l’acqua deve essere preventivamente trattata con un buon biocondizionatore, un prodotto specifico che ricrea l’ambiente ideale per i pesci, e deve essere lasciata “riposare” senza i pesci per alcuni giorni.

Insomma, immaginare di sopperire all’assenza di un filtro tramite dei cambi d’acqua è davvero impossibile, senza considerare la mole di lavoro che si renderebbe necessaria.

Come viene eseguito il filtraggio

Come si diceva precedentemente, i filtri riescono a depurare l’acqua facendole attraversare i propri vani interni, in cui sono presenti i materiali filtranti.

Da questo punto di vista è possibile elencare diversi tipi di materiali: i cannolicchi, ad esempio, sono utilizzati per catturare i residui di sporco più voluminosi, le spugne riescono a filtrare l’acqua in modo maggiormente approfondito, mentre i migliori filtri associano al filtraggio meccanico anche un filtraggio cosiddetto biologico.

Il filtraggio biologico avviene grazie alla presenza di particolari materiali, quali ad esempio il carbone attivo, i quali effettuano un’azione depurante mirata ad annientare i batteri indesiderati.

Azionare un filtro è semplicissimo, e non si deve far altro che inserire l’apposita spina all’interno di una presa di corrente; va sottolineato, peraltro, che i filtri non devono mai essere alimentati a secco, ovvero quando non hanno la possibilità di prelevare dell’acqua e di rimetterla in circolo.

Filtri interni e filtri esterni

Nel mondo dei filtri per acquario viene spesso effettuata una distinzione in due categorie, filtri interni e filtri esterni: che cosa contraddistingue l’una e l’altra tipologia?

I filtri interni sono dei filtri che vengono collocati direttamente all’interno della vasca, e che mettono in circolo l’acqua tramite delle apposite pompe.

Quando si acquista un acquario completo è in genere inclusa al suo interno la classica scatola filtro, la quale contiene la pompa e tutti i vani filtranti, allo stesso tempo dei filtri interni possono essere acquistati separatamente e posizionati all’interno della vasca.

I filtri esterni si posizionano appunto al di fuori della vasca, e questa soluzione è molto apprezzata sia per efficienza che per praticità; grazie alla presenza di appositi tubi questi modelli riescono a prelevare l’acqua dall’acquario, a filtrarla e a reimmetterla in circolo proprio come farebbe un filtro interno.

I filtri esterni, anzitutto, consentono di risparmiare spazio all’interno della vasca, e questo aspetto non è trascurabile; inoltre gli appassionati di acquari apprezzano moltissimo i filtri esterni in quanto consentono di eseguire la pulizia periodica in modo più agevole, senza la scomodità di dover inserire le mani nell’acqua della vasca.

Non è affatto un caso, dunque, se abbiamo incluso tra le proposte relative ai migliori prodotti esclusivamente dei filtri esterni: per praticità e qualità i consumatori hanno dimostrato di preferire ampiamente i filtri di questo genere ai filtri interni.

La pulizia dei filtri

La pulizia periodica dei filtri è l’unico intervento manutentivo richiesto da questi dispositivi tecnologici, e si tratta di un’operazione molto semplice, anche grazie al fatto che i filtri per acquario più moderni sono progettati in modo molto accurato anche in tale ottica.

Nel momento in cui si acquista un filtro per acquario, in genere, sul relativo foglio è indicato ogni quanto provvedere alla sua pulizia, ad ogni modo si può sottolineare che a livello generale i filtri per acquario vanno puliti ogni 2-3 settimane.

Per effettuare la pulizia dei filtri è sufficiente sciacquare i materiali filtranti sotto acqua corrente, eliminando tutti i residui più evidenti; molti esperti di acquariologia, peraltro, suggeriscono di non eseguire mai la pulizia in modo estremamente accurato, dal momento che la presenza di alcuni batteri all’interno dei vani è positiva alla medesima azione di filtraggio e più in generale al mantenimento di un biotopo ideale per i pesci.

A intervalli di tempo molto più larghi, indicativamente ogni 5-6 mesi, è invece opportuno eseguire la sostituzione dei materiali filtranti, soprattutto delle spugne: quest’operazione è semplicissima e ha un costo davvero esiguo, pari ad una manciata di euro, e per acquistare materiali filtranti si può far riferimento sia al web che a qualsiasi negozio di acquari.

I dati tecnici dei filtri

Al momento dell’acquisto di un filtro per acquario è importante controllare quali siano i dati tecnici che lo riguardano.

Un dato molto interessante è quello relativo alla portata, il quale è espresso in l/h, ovvero in quanti litri orari riescono ad essere erogati dalla pompa, allo stesso modo è utile conoscere quali sono i consumi energetici del singolo modello.

Il dato fondamentale per l’acquisto di un filtro, ad ogni modo, è quello relativo al litraggio degli acquari in cui può essere installato: per tutti i filtri, infatti, è indispensabile che sia specificata la grandezza massima dell’acquario per il quale il modello può rivelarsi idoneo (ad esempio, max 150 l).

Scegliere solo filtri completi

Se si vuol acquistare un filtro è un consiglio prezioso quello di scegliere esclusivamente modelli completi, dunque già forniti di tutti i materiali filtranti, delle pompe e di tutti gli altri elementi necessari per un impeccabile funzionamento, proprio come i modelli che abbiamo scelto di proporvi.

In commercio infatti vi sono infatti alcuni filtri, come ad esempio le classiche scatole filtro interne, che sono prive di tutti gli elementi fondamentali per il funzionamento, ovvero della pompa e dei materiali filtranti quali i cannolocchi, le spugne e altro ancora.

Una soluzione di questo tipo si rivela molto più costosa se si considera che devono essere acquistati tutti gli altri elementi che abbiamo appena citato, ed è allo stesso tempo poco pratica, dunque non bisogna assolutamente commettere questo errore: con una spesa tutt’altro che proibitiva si può infatti comperare un filtro completo al 100%, dunque pronto per essere installato ed azionato nel proprio acquario.

Recensione di altri prodotti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *