Migliori-prodotti.it
Guida all'acquisto dei migliori prodotti per la casa e l'ufficio
IN COLLABORAZIONE con Amazon

By Davide

Davide

Miglior phablet

Ultimo aggiornamento: Ottobre 2016

Qual è il miglior phablet che può essere acquistato in commercio? Tantissime persone si pongono questo quesito, per tale ragione abbiamo cercato anche in questo caso di fornire una risposta attenta ed esauriente.

Il phablet, d’altronde, è un articolo tecnologico di grande avanguardia, il quale ha subito suscitato grande curiosità ed interesse.

In seguito avremo modo di vedere in modo più specifico le caratteristiche e le funzionalità dei phablet, ad ogni modo possiamo subito evidenziare che il phablet è sostanzialmente uno smartphone dallo schermo lievemente più grande del normale, un articolo tecnologico sicuramente più piccolo del tablet, ma con uno schermo che consente di navigare in rete in modo molto più confortevole rispetto ai comuni smartphone.

Come nostro consueto abbiamo analizzato tantissime recensioni certificate prodotte da consumatori e anche una serie di pareri autorevoli di esperti di tecnologia, di conseguenza siamo in grado di indicarvi quali sono, a nostro avviso i migliori phablet disponibili in commercio, anche in relazione alle varie fasce di prezzo.

Miglior phablet in assoluto

Huawei Mate 8

Huawei Mate 8Huawei è un brand tecnologico che riesce davvero ad eccellere per quanto riguarda il mondo dei phablet, al punto che tantissimi consumatori, quando sentono parlare di phablet, sono subito portati a pensare a questo marchio cinese. Huawei Mate 8 è un phablet Dual SIM, dunque al suo interno possono convivere senza problema due schede SIM differenti, e questa caratteristica non è affatto comune tra i prodotti tecnologici di questo tipo.

Propone un display da 6’’ di tipo Full HD, il quale occupa in modo pressoché totale la sua superficie, ed è dotato di un ottimo sistema operativo, ovvero Android 6.0 Marshmallow.

La versione base di Huawei Mate 8 propone 32 GB di memoria interna, la quale può essere agevolmente estesa fino a 128 GB; anche da questo punto di vista, dunque, Huawei Mate 8 rappresenta un’autentica prima scelta.

Anche la fotocamera di Huawei Mate 8 è da considerarsi molto speciale: questo modello targato Huawei, infatti, propone una fotocamera da ben 16 Megapixel dotata di stabilizzatore ottico, la quale consente di realizzare delle fotografie di qualità professionale, senza affatto trascurare la fotocamera anteriore da 8 Megapixel, anch’essa pregevole in paragone agli altri phablet.

La batteria da 4000mAh, inoltre, assicura all’articolo una notevole autonomia.

Ci piace perché:

  • Schermo ampio e nitido
  • Modello Dual SIM
  • Dotato di sistema operativo Android 6.0 Marshmallow
  • Ampia memoria interna ulteriormente espandibile
  • Fotocamera da 16 Megapixel
  • Batteria di grande affidabilità

Non ci entusiasma perché:

  • Prezzo non alla portata di tutti
AmazonGuarda il prezzo

Migliori phablet per rapporto qualità-prezzo

Huawei Ascend Mate 7

Huawei Ascend Mate 7Come si accennava relativamente a quello che abbiamo ritenuto essere il miglior phablet in assoluto, Huawei è davvero un marchio molto rinomato per quanto riguarda questo tipo di prodotti, e con il modello Huawei Ascend Mate 7 ne si ha un’ulteriore conferma.

Huawei Ascend Mate 7 è un phablet dal prezzo significativamente inferiore rispetto a quello di Huawei Mate 8, tuttavia anche questo modello ha caratteristiche tecniche pregevoli.

Anche in questo caso, infatti, il display è un 6’’ Full HD, mentre per quanto riguarda il sistema operativo, in questo caso si è scelto Android 4.4 Kitkat.

Grande qualità contraddistingue la fotocamera posteriore, da 13 Megapixel e dotata di autofocus e Flash LED, inoltre la fotocamera anteriore è da 5 Megapixel.

Huawei Ascend Mate 7 è un modello Dual SIM, essendo dotato di una seconda slot che può essere adoperata per ospitare un seconda scheda SIM, appunto, oppure per una micro SD dedicata all’estensione di memoria, la quale può raggiungere i 16 GB.

Ci piace perché:

  • Schermo ampio e nitido
  • Modello Dual SIM (seconda slot utilizzabile per seconda SIM o per estensione di memoria)
  • Sistema operativo Android 4.4 Kitkat
  • Fotocamera da 13 Megapixel
  • Buon rapporto qualità-prezzo

Non ci entusiasma perché:

  • Nulla di rilevante

Samsung Galaxy Note 3

Samsung Galaxy Note 3Samsung Galaxy Note 3 è un vero gioiello targato Samsung, un articolo che assai spesso viene definito smartphone, ma che in realtà, grazie alle dimensioni del suo display, rientra a pieno titolo nella categoria dei phablet.

Il display di Samsung Galaxy Note 3 è un 5,7’’, e questo phabet ha una batteria in grado di durare molto a lungo anche nel caso in cui il dispositivo sia massicciamente adoperato per navigare in Internet.

La memoria RAM è di 3 GB, mentre la memoria interna è di 32 GB, e al di là delle specifiche tecniche, per quanto interessanti, Samsung Galaxy Note 3 è apprezzato in modo speciale soprattutto per le sue ottime funzionalità.

Samsung Galaxy Note 3 consente ad esempio di sfruttare il massimo il Touch Screen tramite l’apposita S Pen, davvero utilissima su un display di queste dimensioni anche per quanto riguarda l’inserimento diretto, dunque la scrittura eseguita con la S Pen direttamente sullo schermo, inoltre include varie opzioni “Memo”, davvero comodissime per gestire il phablet all’insegna dell’efficienza e della personalizzazione.

Come dimenticare inoltre le opzioni multischermo, la funzione Applicazioni Rapide, e tante interessanti modalità di personalizzazione che rendono questo phablet davvero molto interessante.

Pro:

  • Touch Screen molto funzionale grazie alla S Pen
  • Display ampio e comodo
  • Tantissime funzionalità interessanti
  • Vaste opportunità di personalizzazione
  • Buon rapporto qualità-prezzo

Contro:

  • Nulla di rilevante
AmazonGuarda il prezzo

Miglior phablet economico

Asus Fonepad 7

Asus Fonepad 7Asus Fonepad 7 è un phablet dallo schermo molto grande: il display di questo modello, infatti, è pari a ben 7 pollici, ovvero si colloca proprio al limite massimo oltre al quale il dispositivo dovrebbe essere definito un tablet, piuttosto che un phablet.

Scegliere un modello di simili dimensioni può essere sicuramente meno pratico rispetto a un phablet di grandezza inferiore, o comunque rispetto a uno smartphone, tuttavia un display così ampio è davvero il top per chi prevede di utilizzare il dispositivo soprattutto per navigare in rete.

Dal design molto pulito ed elegante, questo phablet targato Asus propone una grafica molto ordinata ed è integrato con funzionalità dati 3G, inoltre non si possono assolutamente trascurare i due altoparlanti frontali che assicurano un coinvolgimento molto importante a chi utilizza il dispositivo.

Molto interessante è inoltre la qualità delle fotocamere di Asus Fonepad 7: quella frontale è infatti un modello a 12 megapixel, mentre quella posteriore ha 5 megapixel.

Ci piace perché:

  • Schermo molto ampio da 7’’
  • Design piacevole ed elegante
  • Fotocamera di qualità
  • Doppio altoparlante frontale per un pieno coinvolgimento
  • Prezzo molto conveniente

Non ci entusiasma perché:

  • Non adatto a chi cerca un dispositivo da trasportare anche in tasca
  • Funzioni limitate rispetto ai modelli di alta fascia
AmazonGuarda il prezzo

Che cosa è il phablet?

Il phablet è un dispositivo “intermedio” il quale si colloca, per dimensioni, tra il tablet e lo smartphone, non è certamente un caso dunque se il suo nome richiama ambedue questi termini.

Acquistare un phablet può essere dunque la scelta ideale se non si intende rinunciare alla comodità e alla praticità di trasporto tipica dello smartphone, ma allo stesso tempo ci si vuol assicurare un display ben più ampio rispetto a quello del più comune cellulare.

Il phablet, dunque, rappresenta una sorta di compromesso tra lo smartphone e il tablet, pur mantenendo tutte le funzioni tipiche di un telefono cellulare; alla luce di quanto visto, quindi, il phablet rappresenta la soluzione più adatta per chi prevede di utilizzare questo dispositivo soprattutto per navigare su Internet.

Le dimensioni di un phablet

Quali sono le dimensioni di un phablet? A questa domanda non può esistere una risposta univoca, dal momento che sul mercato sono disponibili tantissimi modelli di differenti grandezze.

Detto questo, ad ogni modo, si può tuttavia sottolineare che vi sono delle dimensioni minime e massime del display entro le quali un determinato modello può essere considerato un phablet, e prima di specificarle è utile sottolineare che anche in questo caso l’unità di misura di riferimento sono i “pollici”.

I pollici sono adoperati per indicare le dimensioni di un display, come noto quest’unità di misura è largamente adoperata anche per identificare la grandezza di un monitor o di una TV, tuttavia non tutti i consumatori conoscono bene a cosa faccia riferimento.

I pollici, infatti, non si riferiscono né alla larghezza né all’altezza del dispositivo, ma bensì alla lunghezza della diagonale, e nello specifico un “pollice” equivale esattamente a 2,54 cm.

Se leggendo le specifiche tecniche di un phablet si dovesse leggere che è un 6 pollici, dunque, ciò significa che la diagonale del display è pari esattamente a 15,24 cm.

Fatte queste premesse, forse inutili per molti lettori, ma comunque doverose per informare in maniera completa, possiamo affermare che le dimensioni dei phablet spaziano indicativamente da un minimo di 5,5 pollici a un massimo di 7: se un dispositivo ha un display di grandezza inferiore, dunque, dovrà essere definito smartphone, se al contrario il suo display dovesse essere più grande, esso rientrerebbe a pieno titolo nella categoria dei tablet.

Le funzionalità di un phablet

Dal punto di vista delle funzionalità, il phablet non ha assolutamente nulla in meno rispetto a uno smartphone, anzi non è sbagliato definirlo semplicemente come uno smartphone dalle dimensioni lievemente più grandi rispetto alla media.

Utilizzando un phablet, dunque, è possibile fare e ricevere telefonate ed SMS, utilizzare i Social Network e App dedicate alla messaggistica istantanea, come la comunissima WhatsApp, scattare fotografie, anche in modalità “selfie”, e ovviamente navigare in Internet.

Disporre di uno schermo più grande rispetto a quello tipico degli smartphone non può che essere una caratteristica assai gradita a chi prevede di utilizzare il dispositivo soprattutto per navigare in rete, e alcuni modelli sono dotati di apposite “penne” che consentono di sfruttare in modo ancor più agevole la funzionalità Touch Screen.

La grandezza dei phablet, ad ogni modo, consente comunque di poter trasportare il dispositivo in modo semplice, a differenza dei tablet propriamente intesi che sono meno agevoli da questo punto di vista.

Come scegliere un phablet

Se ci si chiede come scegliere un phablet, i suggerimenti più validi sono fondamentalmente i medesimi che riguardano l’acquisto di uno smartphone.

Se ci si appresta ad acquistare un phablet, infatti, è utile conoscerne il sistema operativo, le capacità di memoria di un singolo modello e ovviamente anche le eventuali possibilità di espansione, le quantità di pixel relative alla fotocamera frontale e a quella posteriore, e ancora la qualità della batteria e il livello di autonomia del singolo modello.

Alcuni phablet, ovviamente, presentano delle funzionalità specifiche molto interessanti: già si è detto delle comode penne tramite cui è possibile utilizzare il Touch Screen in modo più agevole, come ad esempio quella prevista nel modello Samsung Galaxy Note 3 che abbiamo menzionato tra i phablet più interessanti per rapporto qualità-prezzo, inoltre alcuni modelli consentono di personalizzare la grafica in maniera agevole, oppure di utilizzare le varie App in modalità particolarmente pratiche.

Nella scelta di un phablet, ovviamente, anche il prezzo del singolo modello ha la sua rilevanza, facciamo dunque il punto su che spesa deve essere prevista per comperare un prodotto tecnologico come questo.

Phablet e prezzi

Se si parla di phablet e dei relativi prezzi le possibilità sono svariate, e il divario tra i modelli più economici e quelli più cari è piuttosto consistente.

I phablet “top” sul mercato hanno dei costi vicini a 500 euro, mentre i modelli più economici, come appunto Asus Fonepad 7 che abbiamo voluto premiare come il migliore nella fascia di prezzo di riferimento, hanno dei prezzi attestati attorno a 150 euro.

Tra questi due “estremi”, ovviamente, vi sono tantissimi modelli di fascia media, dei phablet che hanno funzionalità e caratteristiche tecniche davvero molto valide e il cui costo è vicino a 300-350 euro.

Il phablet, dunque, è un prodotto che può rivolgersi a budget molto differenti, e in linea generale si può affermare che i prezzi medi di questi articoli non si discostano in modo significativo da quelli degli smartphone.

Recensione di altri prodotti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *