Migliori-prodotti.it
Guida all'acquisto dei migliori prodotti per la casa e l'ufficio
IN COLLABORAZIONE con Amazon

By Davide

Davide

Miglior scanner portatile

Ultimo aggiornamento: Luglio 2016

Lo scanner portatile è un dispositivo tecnologico molto innovativo, il quale ha subito riscosso un grande successo sul mercato.

Eseguire la scansione di documenti è un’esigenza sempre più consueta, sia per necessità personali che lavorative e professionali, di conseguenza non desta stupore il fatto che gli scanner portatili siano stati subito scelti da moltissimi consumatori.

Il costo medio degli scanner portatili, inoltre, è decisamente accessibile, e anche questo ha contribuito in modo significativo al loro successo.

I modelli a disposizione sono assai numerosi, e nella scelta dello scanner portatile più adatto non bisogna considerare esclusivamente le sue caratteristiche, ma anche le proprie soggettive necessità.

Abbiamo analizzato per voi le recensioni relative a moltissimi scanner portatili, sulla base delle quali siamo oggi in grado di indicarvi quali sono, a nostro avviso, i migliori scanner portatili in commercio.

Miglior scanner portatile in assoluto

IRIS Pro 3 Wi-Fi

scanner portatile iris pro 3IRIS Pro 3 è un ottimo scanner portatile, la cui qualità può essere assolutamente paragonata a quella degli scanner tradizionali, anzi si rivela perfino migliore rispetto a molti di questi modelli.

C’è da dire che IRIS Pro 3, pur trattandosi senza dubbio di uno scanner portatile, ha un ingombro più importante rispetto a quello di altri scanner portatili attualmente in commercio; la scelta di questo prodotto, dunque, si rivela particolarmente indicata per i consumatori che desiderano assicurarsi uno scanner di ottima qualità e con un ingombro sicuramente molto inferiore rispetto a quello tipico degli scanner da scrivania, ma da utilizzarsi soprattutto a livello domestico o in ufficio.

IRIS Pro 3 merita di essere considerato il miglior scanner portatile il assoluto per molteplici ragioni, a cominciare dal fatto che questo prodotto è in grado di esportare quanto scannerizzato in Word, PDF, Excel e altri formati ancora.

L’alimentazione di IRIS Pro 3 è a batteria, i documenti scansionati possono essere facilmente inviati tramite connessione WiFi.

Le scansioni vengono inviate dalla memoria integrata da 128 MB a una scheda micro SD standard, come tipico di tutti gli scanner portatili più moderni, inoltre ai file scansionati è applicato un Text Layer ricercabile, davvero utilissimo e molto apprezzato dai consumatori.

IRIS Pro 3 Wi-Fi supporta svariati servizi Cloud, come ad esempio Dropbox, Google Drive, Evernote, e ha un peso molto leggero.

Ci piace perché:

  • Scansioni di grandissima qualità
  • Esporta le sue scansioni in molteplici formati
  • Scansioni inviabili tramite WiFi
  • Text Layer ricercabile

Non ci entusiasma perché:

  • Ingombro superiore rispetto ad altri scanner portatili in commercio
  • Prezzo elevato
AmazonGuarda il prezzo

Migliori scanner portatili per rapporto qualità-prezzo

IRIScan Book Executive 3

scanner portatile IRIScan Book Executive 3IRIScan Book Executive merita di essere definito come lo scanner portatile per eccellenza: questo dispositivo tecnologico, infatti, ha un ingombro assolutamente minimo e può essere utilizzato davvero ovunque, anche in bus, in treno e in qualsiasi luogo in cui si sosta solo momentaneamente.

Senza fili e alimentato a batteria, IRIScan Book Executive esporta le sue scansioni in PDF, Word, Excel, ed è in grado di trasferire i file realizzati tramite pratica connessione WiFi su qualsiasi dispositivo.

L’utilizzo di questo modello è semplicissimo: basta passare IRIScan Book Executive sul documento che si vuol acquisire, che si tratti di un libro o altro ancora, e la scansione è eseguita immediatamente.

Non bisogna inoltre dimenticare che grazie al particolare motore OCR i documenti ricreati tramite IRIScan Book Executive sono ricercabili, e ciò è molto importante per poter navigare all’interno dell’archivio.

La qualità del file può essere scelta liberamente, sia a livello di risoluzione che di colori, dunque a colori o semplicemente in bianco e nero, senza alcuna necessità di collegare il dispositivo al PC.

IRIScan Book Executive merita senza dubbio di essere considerato il miglior scanner portatile per rapporto qualità-prezzo, ed è davvero la scelta ideale per chi prevede di utilizzare il suo scanner davvero ovunque.

Ci piace perché:

  • Utilizzabile praticamente ovunque
  • Scansioni di ottima qualità
  • Invio delle scansioni tramite WiFi verso qualsiasi dispositivo
  • Creazione di file ricercabili

Non ci entusiasma perché:

  • Nulla di rilevante
AmazonGuarda il prezzo

CanoScan LiDE 120

scanner portatile Canon canoscan lide 120CanoScan LiDE 120 è uno scanner portatile di grande qualità a un prezzo davvero molto conveniente, un modello leggero e dall’assetto compatto che vanta delle peculiarità tecniche assai interessanti.

CanoScan LiDE 120 produce scansioni di alta qualità fino a 2400 x 4800 DPI di risoluzione, inoltre offre la possibilità di eseguire delle scansioni rapide da 300 DPI ad appena 16 secondi.

La connettività Cloud offre massima flessibilità, e consente di usufruire tramite PC di servizi molto noti quali Dropbox ed Evernote.

Questo modello viene alimentato e connesso al PC tramite un solo cavo USB, all’insegna della massima praticità, inoltre offre varie funzionalità interessanti quali la correzione automatica.

Ci piace perché:

  • Scansioni ad elevata risoluzione
  • Design elegante
  • Prezzo molto conveniente
  • Unico cavo USB per alimentazione e connessione

Non ci entusiasma perché:

  • Funzioni limitate rispetto ai modelli di fascia più alta
AmazonGuarda il prezzo

Miglior scanner portatile economico

SkyPix

scanner portatile SkyPixSKyPix, proprio come altri modelli quali il già citato IRIScan Book Executive, è uno scanner portatile che può essere utilizzato dappertutto, grazie alle sue dimensioni molto contenute e alla sua massima maneggevolezza.

SkyPix offre la possibilità di digitalizzare i documenti di interesse in 3 diverse risoluzioni, esattamente 300, 600 e 900 DPI, e come in gran parte dei modelli le scansioni possono essere salvate su una scheda MicroSD, da cui può facilmente avvenire il trasferimento a PC.

Semplice da utilizzare, dal momento che va semplicemente passato sul documento di interesse, va alimentato con due batterie di tipo AA.

Sicuramente questo modello manca di molte delle funzionalità che contraddistinguono i modelli di fascia alta, come ad esempio l’invio dei documenti ricreati tramite WiFi, ma è comunque da ritenersi un prodotto molto buono, anche in considerazione del prezzo così contenuto.

Ci piace perché:

  • Prezzo minimo
  • Scansioni in tre diverse risoluzioni
  • Semplice da utilizzare
  • Estremamente maneggevole

Non ci entusiasma perché:

  • Molte funzioni in meno rispetto ai modelli più blasonati
AmazonGuarda il prezzo

Scanner portatili: da dove nasce quest’idea?

Gli scanner portatili sono dei dispositivi tecnologici di ultima generazione i quali, come accennato in precedenza, hanno subito riscosso un grande successo sul mercato.

Se ci si chiede da dove nasce l’idea di produrre degli scanner portatili, c’è anzitutto da fare una considerazione: tutti i documenti, ormai, tendono ad essere digitalizzati, d’altronde non si può neppure paragonare la comodità e la semplicità di gestione di un archivio cartaceo con quella di un archivio telematico, il quale può essere contenuto tranquillamente nella memoria di un PC o di un piccolo dispositivo.

Scannerizzare dei documenti, dunque, è un’operazione all’ordine del giorno la quale riguarda davvero chiunque: digitalizzare dei documenti è importantissimo anzitutto nei contesti lavorativi, dunque in aziende e studi professionali, ma anche per le proprie esigenze personali può essere assai utile disporre in forma digitale di documenti testuali di vario tipo, come possono essere ad esempio libri, riviste, materiale cartaceo utile per studio o per lavoro e molto altro ancora.

Lo scanner tradizionale è un elemento tecnologico molto diffuso, questo è noto, tuttavia il suo ingombro non è indifferente: da questo punto di vista, infatti, uno scanner può essere paragonato a un’altra periferica molto diffusa quale la stampante, di conseguenza può non essere semplice collocare tale elemento su una semplice scrivania.

Gli scanner portatili risolvono in modo brillante i problemi di ingombro, ma c’è anche un altro aspetto molto interessante da considerare se ci si chiede come mai questi prodotti hanno subito ottenuto un valido riscontro sul mercato: scannerizzare documenti è un’operazione ripetitiva, per certi versi anche piuttosto noiosa, di conseguenza può essere davvero molto utile riuscire ad eseguirla durante tempi “morti”, ovvero ad esempio mentre si viaggia in bus o in treno.

Anche per tale ragione, quindi, l’acquisto di uno scanner portatile può essere assai utile.

Quali sono, in genere, le priorità dei consumatori?

L’odierno mercato relativo agli scanner portatili è piuttosto vario, sebbene questa categoria di articoli rappresenti una novità, di conseguenza prima di orientarsi verso il prodotto più adatto alle proprie esigenze è bene chiedersi quali sono le proprie specifiche necessità.

Molti consumatori desiderosi di acquistare degli scanner portatili pretendono dei prodotti in grado di eseguire delle scansioni qualitativamente impeccabili, con un elevato livello di risoluzione, e prevedono di utilizzare questi scanner in ambienti piuttosto comodi, come ad esempio in casa o in ufficio.

Per esigenze di questo tipo è sicuramente preferibile orientarsi verso modelli che presentano delle caratteristiche tecniche di alto livello e un assetto non necessariamente ultra maneggevole: nel caso in cui il modello di interesse dovesse rivelarsi leggermente più ingombrante rispetto ad altri scanner portatili ciò non costituirebbe affatto un problema, dal momento che il medesimo non verrà utilizzato in luoghi “di fortuna”, se non in modo del tutto occasionale.

Altri consumatori, all’opposto, pongono come loro assoluta priorità la possibilità di utilizzare il loro scanner portatile praticamente ovunque, dunque ad esempio anche in bus, in treno, o perfino seduti su una panchina all’aperto.

Per soddisfare questa loro esigenza questi consumatori sono in genere disposti a rinunciare a delle risoluzioni di livello elevato, purché il dispositivo sappia rivelarsi efficiente, e in commercio non mancano affatto modelli di questo tipo, peraltro a prezzi davvero molto convenienti.

Insomma, le esigenze dei consumatori per quel che riguarda l’acquisto di scanner portatili si pongono su una sorta di “continuum”, dove da un lato vi è come priorità, appunto, la qualità delle scansioni, dall’altro la maneggevolezza del dispositivo, sulla base di questa considerazione dunque ognuno può orientarsi verso la scelta più coerente con le proprie necessità.

Scanner portatili e prezzi

Gli scanner portatili presentano dei prezzi piuttosto variegati, ad ogni modo ci si può certamente sbilanciare affermando che, in generale, questi articoli tecnologici non hanno un costo proibitivo.

I modelli di fascia alta, ovvero quelli che vantano delle funzionalità avanzate e che offrono delle scansioni di qualità notevole, analoga o addirittura superiore a quella degli scanner classici, hanno un costo vicino o comunque di poco superiore a 200 euro, al contrario invece i modelli più economici, non particolarmente eccellenti dal punto di vista della qualità delle scansioni, ma comunque molto maneggevoli e semplici da utilizzare, possono essere acquistati anche con una spesa vicina a 50 euro.

Scansioni e relativa risoluzione

Come detto in precedenza gli scanner portatili possono offrire dei livelli di qualità di scansione molto diversi tra loro, per tale motivo il consumatore deve essere in grado di valutare autonomamente questa peculiarità tecnica.

È utilissimo dunque sottolineare che la qualità di una scansione viene espressa in DPI, ovvero in “punti per pollice”: i modelli che offrono una scansione di livello qualitativo basso hanno una risoluzione di 300 DPI, mentre quelli qualitativamente più elevati raggiungono i 1200 DPI.

Il tempo necessario per effettuare una scansione, ovviamente, è inversamente proporzionale alla qualità della medesima, ad ogni modo non è affatto necessario attendere a lungo per digitalizzare un documento con la massima risoluzione possibile.

Gestione delle scansioni realizzate

Una volta realizzata la scansione di quanto di interesse, come si possono trasferire i file sul PC o su dispositivo differente?

Questo aspetto è sicuramente molto importante nella valutazione della complessiva qualità di uno scanner portatile, dunque è importante specificare le varie caratteristiche dei modelli attualmente a disposizione sul mercato.

I modelli più semplici, dunque in genere quelli più economici, immagazzinano i file realizzati in una scheda MicroSD, attraverso la quale i documenti possono essere in seguito trasferiti su un PC o su un dispositivo differente.

Gli scanner portatili più avanzati, invece, offrono la possibilità di trasferire i file prodotti attraverso WiFi, una soluzione davvero molto efficiente e sempre molto apprezzata dai consumatori.

Se non si vuol rinunciare a questa grande comodità conviene, laddove possibile, incrementare leggermente il budget di spesa: possono essere sufficienti soltanto alcune decine di euro in più per assicurarsi uno scanner portatile in grado di trasferire i file realizzati tramite WiFi, evitando così di compiere il passaggio da eseguirsi tramite la scheda MicroSD.

Batterie dello scanner portatile

Anche l’alimentazione dello scanner portatile è un aspetto che merita di essere ben considerato al momento dell’acquisto.

La maggioranza degli scanner portatili attualmente in commercio sono alimentati tramite semplici batterie AA, tuttavia non mancano modelli che funzionano analogamente ai cellulari, ovvero tramite batterie ricaricabili.

I consumatori che utilizzano con elevata frequenza lo scanner, in genere, apprezzano particolarmente quest’ultima variante.

Produzione di PDF ricercabili

Una funzione che propongono gli scanner portatili di maggior qualità, e che è sempre molto apprezzata dai consumatori, è quella che consente sostanzialmente di ricreare dei PDF “ricercabili”, dunque di rendere il testo dei PDF ricercabile tramite la digitazione di parole chiave, secondo un funzionamento concettualmente analogo a quello dei motori di ricerca online.

Rendere i PDF ricercabili consente di navigare in modo notevolmente più agevole all’interno dei loro contenuti, dunque la presenza di questa funzionalità deve essere considerata in modo molto positivo al momento della scelta del modello.

Recensione di altri prodotti interessanti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *